Flash Mob Revolution, Il Marketing In Movimento!

24 09 2010

“La pubblicità è vecchia come il mondo. Infatti, come tutti sanno, cominciò il serpente a decantare a Eva le virtù della sua frutta”

(Cesare Marchi)

Sarà pure “vecchia come il mondo” ma ancora oggi ed in forme sempre più evolute pubblicizzare significa emozionare, sorprendere e a volte shockare.

Proprio questo è l’obiettivo dei flash mob.

I flash mob sono raduni improvvisi di persone in spazi pubblici in cui vengono compiute delle azioni insolite che sorprendono coloro che si trovano nei pressi, sino a quando finto lo show i partecipanti al flash mob non si disperdono come se nulla fosse successo!

Sono organizzati attraverso comunicazioni su internet o su cellulari.

Il più grande flash mob della storia si è avuto ad Oslo durante l’Eurofestival il 29 maggio scorso con 18.000 persone che hanno ballato alla Telenor Arena ed ha coinvolto anche altre migliaia di persone in varie città d’Europa.

Solitamente sono organizzati per puro divertimento, ma a volte possono diventare un importante veicolo pubblicitario. 

Il 27 Febbraio di quest’anno  ad esempio la Walt Disney ha deciso di lanciare il suo nuovo film “Alice in Wonderland”  con uno spettacolare flash mob.

Ed ecco invece il flash mob fatto nella Galleria Alberto Sordi di Roma il 23 dicembre 2009 con il quale la Fox ha voluto lanciare la serie “Glee” trasmessa sui suoi canali il 21 gennaio di quest’anno.

Anche il cinema italiano si è accorto dei flash mob: in una scena del film “Notte prima degli esami-Oggi” i due attori protagonisti partecipano ad un flash mob sul ponte di Castel Sant’Angelo.

I flash mob sono ormai  diventati un fenomeno di costume anche qui in Italia,  ma quanto incidono realmente sulla brand awareness e sul business?








Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: